Cronache di frontiera. Uè tra Bardonecchia e Ventimiglia

Uè parte e ringrazia l’on. Viotti di accompagnarla in questo viaggio alla scoperta dei volti e delle storie di chi combatte al fronte.

Continua a leggere

Aggiungere diritti è solo positivo

Colorati, creativi, sorridenti, ironici: ecco i Sentinelli di Milano, un gruppo informale di attivisti che da circa 3 anni, da Milano, difende la laicità dello Stato. Al Milano Pride parteciperanno con un loro carro. Abbiamo intervistato Roberta Respinti.

Continua a leggere

Le unioni civili, l’Italia, l’Europa

Lo scorso 8 giugno, ad un anno dall’entrata in vigore della legge n. 76/2016, il Consiglio d’Europa ha chiuso il dossier, aperto nei confronti dell’Italia a seguito della condanna subita dal nostro Paese per effetto della nota sentenza Oliari del 21 luglio 2015.

Continua a leggere

Diritti civili: il ruolo dell’Europa come traino nel Mondo 

Nel 2017, il mondo è ancora suddiviso in due emisferi incomunicabili tra chi si è avviato sulla strada del riconoscimento dei diritti civili e chi si rifiuta di accettare la libertà di amare. Molti passi avanti sono stati fatti negli ultimi anni, tristemente bilanciati da pesanti passi indietro in alcuni Stati e dall’assordante mutismo sull’argomento di una parte rilevante della comunità internazionale. In questo scenario, l’Europa ha l’opportunità, e il dovere, di porsi come traino per la promozione dei diritti civili nel mondo. 

Continua a leggere

Rainbow Europe 2017: la macchia nera dell’hate speech sull’arcobaleno italiano

Il Rainbow-Europe Annual review 2017, realizzato da ILGA-Europe e pubblicato lo scorso 17 maggio in occasione della Giornata mondiale contro l’omofobia, segna un miglioramento della posizione italiana nella classifica europea del rispetto dei diritti umani e dell’uguaglianza delle persone LGBTI. A leggere il report, si scopre che il passaggio dalla posizione 34 del 2016 alla 32 del 2017 è merito dell’approvazione della legge sulle unioni civili, ma molto resta ancora da fare non solo sul tema della famiglia, ma soprattutto in tema di hate crime and hate speech, di cui spesso proprio i rappresentanti politici di alcuni movimenti si fanno portavoce.

Continua a leggere